Giovanni Arpino

Giovanni ArpinoGiovanni Arpino, stimato scrittore, cronista sportivo e giornalista, vinse nel 1964 il Premio Strega con L’ombra delle colline. Dal suo romanzo, Delitto d’onore fu tratto il celebre film Divorzio all’italiana. Sorte analoga toccò al suo Il buio e il miele da cui furono tratti: Profumo di Donna e la pellicola americana Scent of a woman.

Giovanni Arpino nato a Pola, il 27 gennaio 1927, è stato un capace scrittore, cronista sportivo, giornalista. Trasferitosi a Bra, la città natale della madre, incontrò ed in seguito sposò Caterina Brero. Successivamente decise di stabilirsi a Torino, città in cui visse per il resto  della sua vita. Laureatosi con una tesi su Sergej Aleksandrovič Esenin nel 1951, l'anno successivo segnò il suo esordio in qualità di scrittore con il romanzo Sei stato felice, Giovanni, pubblicato da Einaudi. Grande appassionato di letteratura, fu suo il merito di aver reso noto al pubblico italiano lo scrittore Osvaldo Soriano. Nel 1962, il cineasta Pietro Germi, gira la fortunatissima pellicola Divorzio all’italiana, che diverrà un’icona del cinema italiano e che fu tratta dal romanzo di Arpino, Delitto d’onore. Solo pochi anni dopo, nel 1964, Arpino salì sul podio dello Strega, ritirando l’ambito premio con il romanzo L'ombra delle colline. Le soddisfazioni che la carriera di scrittore gli riservò furono in seguito anche maggiori: collaborò in qualità di sceneggiatore nel film Boccaccio ’70 al fianco di Calvino e D’amico per la regia di Monicelli; mentre nel 1969, pubblicò un affascinante racconto intitolato Il buio e il miele, da cui furono tratte questa volta, ben due adattamenti cinematografici distinti. Profumo di donna di Dino Risi, del 1974,  con Vittorio Gassman e Agostina Belli, si aggiudicò il David di Donatello per la miglior regia e miglior attore, fu anche candidato all'Oscar, e vinse il premio per il miglior attore al Festival di Cannes e il Premio Cesar come miglior film straniero. Nel 1992 una produzione americana riprese il soggetto con il titolo, Scent of a Woman, di Martin Brest con Al Pacino, premio Oscar nel 1993. Nel 1978 fu cronista per La Stampa in occasione dei Mondiali di calcio e dopo altre collaborazioni prestigiose, tra cui spicca quella con Il Giornale, Giovanni Arpino si spense il 10 dicembre 1987 a 60 anni a causa di un carcinoma.
 
  • Giovanni Arpino - 1964 - Premio Strega - 05
  • Visite: 1067
  • Giovanni Arpino - 1964 - Premio Strega - 08
  • Visite: 1197
  • Giovanni Arpino - 1964 - Premio Strega con Maria Bellonci - 14
  • Visite: 1248
  • Giovanni Arpino - 1961 - Premio strega - 02
  • Visite: 1252
  • Giovanni Arpino - 1961 - Premio strega - 01
  • Visite: 1071
  • Giovanni Arpino - 1964 - Premio Strega - 11
  • Visite: 1225

 

Joomla SEF URLs by Artio